NEWS

Notizie dal mondo FSC

Tuesday, 10 December 2019
Integrità nelle catene di approvvigionamento: risultati positivi dalla filiera del carbone vegetale

Integrità nelle catene di approvvigionamento: risultati positivi dalla filiera del carbone vegetale (© Pexels)© Pexels

L'indagine è iniziata dopo che alcuni stakeholder avevano riportato le prove di un utilizzo errato o non autorizzato del marchio FSC su alcuni prodotti. Nella ricerca sono stati utilizzati due strumenti principali: test sulle fibre e verifica delle transazioni.


Quasi il 5% dei 6.000 test condotti ha mostrato che il legname usato per produrre carbone non avrebbe origine da una foresta certificata FSC. Nel confrontare i bilanci dei volumi si è poi scoperto che sono circa 900 le transazioni in cui i volumi dichiarati scambiati non corrispondono.

Sono stati quindi condotti test su oltre 270 organizzazioni verificando le transazioni lungo la catena di approvvigionamento. I dati finali del progetto sono stati resi disponibili nel rapporto di FSC Ensuring the integrity of FSC’s charcoal supply chains.

FSC è intervenuta terminando forzatamente 63 certificazioni tra il 2018 e l'inizio del 2019, e richiedendo il ritiro dal mercato dei prodotti non conformi. Nel 2019 è stato inoltre eseguito un secondo round di test sulle fibre: su 5.000 casi analizzati, nessuno ha rilevato problemi di conformità; questo risultato indica un miglioramento significativo nell'integrità della filiera di approvvigionamento del carbone. Si prevede che anche la prossima verifica delle transazioni per il 2019 mostrerà risultati simili.

Al fine di mantenere l'integrità della catena di approvvigionamento del carbone, FSC continuerà a eseguire test sulle fibre e verificare le transazioni di carbone con label FSC.

Garantire l’integrità dl sistema

Il caso del carbone è solo un esempio di quello che FSC sta facendo per migliorare l'integrità della catena di approvvigionamento: con l’aumentare del numero di organizzazioni certificate per la Catena di Custodia, aumenta anche la possibilità di problemi di integrità della filiera. Per questo, oltre a quella del carbone, FSC sta monitorando le catene di bamboo, quercia bianca, Callophyllum e Paulownia.

FSC sta inoltre studiando strumenti per ridurre ulteriormente il rischio di violazioni del sistema, come la richiesta di audit anche quando organizzazioni certificate no dichiarano vendite o l’identificazione nel database pubblico di FSC di queste organizzazioni. Proprio per questo, è iniziato lo sviluppo di una piattaforma di verifica delle transazioni basata sul concetto di blockchain, per il quale uno studio pilota avrà luogo nel 2020.


Seguici su


Iscriviti alla newsletter

Ogni mese le migliori storie dalle foreste in Italia e nel mondo!


© Forest Stewardship Council® · FSC® F000217