NEWS

Notizie dal mondo FSC

Wednesday, 18 September 2019
Checkmark-and-tree: ecco com'è nato il logo FSC

Checkmark-and-tree: ecco com'è nato il logo FSC (© Giulia Grotto / FSC Italia)© Giulia Grotto / FSC Italia

Grazie all'intuizione di Tristram Branscombe-Kent, milioni di consumatori in tutto il mondo riconoscono oggi il label FSC e il tag Forests For All Forever. Quest'anno, il Forest Stewardship Council celebra il suo 25° anniversario, ringraziando Tristram a nome delle persone che lavorano ogni giorno per la salvaguardia delle foreste nel mondo.


Vi è mai capitato di imbattervi in un piccolo logo, che rappresenta un segno di spunta e un albero, presente su molti dei prodotti che si trovano al supermercato o nei negozi di fai-da-te? Lo si trova anche sul cartone del latte o dei succhi che bevi, sull'involucro delle risme di carta e sui prodotti per l'igiene personale, e spesso mangiamo o ci sediamo su un mobile che lo cela da qualche parte.

È il logo FSC: una dichiarazione che assicura che il prodotto acquistato è stato creato a partire da materiali provenienti da foreste gestite in modo responsabile.

FSC Old logo (© FSC GD)© FSC GD

Comunicare una visione: foreste per tutti, per sempre.

Dietro il checkmark-and-tree di FSC c'è una storia lunga 25 anni, che racconta di un gruppo di persone impegnate per la salvaguardia delle foreste e della creatività di un graphic designer dal talento unico.

Tutto è iniziato nel 1994, quando i primi membri di FSC videro la necessità di avere un logo che consumatori e produttori potessero facilmente identificare con un unico obiettivo: promuovere una gestione forestale rispettosa dell’ambiente, socialmente utile ed economicamente sostenibile.

La prima bozza del logo rappresentava un gruppo di alberi che proiettavano un'ombra su una mappa del mondo. Sebbene l'idea fosse adeguata, "alcuni avevano difficoltà a riconoscerlo. Inoltre, a causa delle dimensioni, non tutte le aree nella mappa erano comprese, e ciò fu criticato per ovvi motivi", commenta Tim Synnott, membro fondatore di FSC e suo primo direttore esecutivo. Era necessaria una versione più semplice ed efficiente.

"Abbiamo capito subito che il primo logo era abbastanza inadatto per le etichette a causa della sua complessità, così nel 1995 abbiamo incaricato Tristram Branscombe-Kent di progettarne uno nuovo; un processo che ha richiesto diversi mesi di perfezionamento e modifiche", aggiunge Synnott .

Nato in una famiglia di artisti, Tristram Branscombe-Kent gestiva un'agenzia di comunicazione a Broadstairs, nel Regno Unito: graphic designer con esperienza in una varietà di agenzie a Londra, Atene e New York , fondò infine la Tristram Kent Associates (TKA) prima a Canterbury e poi a Broadstairs. "All'epoca TKA stava lavorando per molte aziende, università e associazioni", ricorda Margaret Branscombe-Kent, vedova di Tristram.

FSC logo proposals (© FSC GD)© FSC GD

La nascita di un simbolo

Branscombe-Kent arrivò al primo quartier generale di FSC a Oaxaca, in Messico, nel giugno 1994 per incontrare i membri del consiglio di amministrazione e raccogliere le loro impressioni.

La richiesta era chiara: il logo doveva essere immediato, facile da comprendere e doveva comunicare ai consumatori che il prodotto proveniva da foreste ben gestite. Una sfida non da poco, all'inizio degli anni ’90: “Allora i consumatori non erano informati sulle scelte etiche e non avevano modo di sapere di chi fidarsi o a chi credere” dice Synnott.

Dopo aver raccolto gli input del Board, Branscombe-Kent tornò in Inghilterra, e iniziò a lavorare a quello che sarebbe poi diventato il label di prodotti forestali di origine responsabile più credibile al mondo.

I primi schizzi mostravano una varietà di opzioni basate sull'idea che la silvicoltura responsabile dovesse includere immagini immediatamente riconducibili agli alberi - ovvio! Tra questi, un albero a doppia sagoma, simbolo di latifoglie e conifere, con sotto l’acronimo FSC. Altre opzioni erano molto più audaci, come l’immagine di un albero ridotto in pixel.

“A Tristram piaceva produrre concetti che potessero essere rapidamente e facilmente comprensibili. Lavorò per molte ore fino a quando non si sentì soddisfatto del risultato. Non limitava i suoi interessi e le sue capacità all’ambito artistico: da sempre era affascinato dalla scienza, e ricordo quanto fosse motivato a lavorare sul logo di FSC ”, ricorda Margaret.

Le bozze finali furono presentate al consiglio di amministrazione di FSC e l'opzione checkmark-and-tree venne adottata ufficialmente all'inizio del 1996. Per i membri del consiglio fu la scelta più naturale: un albero con un segno di spunta che, venticinque anni dopo, si è rivelata una scelta davvero azzeccata. "La meticolosità di Tristram e la dedizione all'accuratezza lo hanno portato a indagare con diverse istituzioni culturali e pubbliche la riconoscibilità del segno di spunta come simbolo di accettazione", aggiunge Margaret.

Il logo fu lanciato il 21 febbraio 1996 in occasione di un evento a Londra e il primo prodotto che lo portava - l'ormai leggendaria spatola da cucina di Sainsbury - fu resa disponibile subito dopo, segnando il primo passo di un viaggio che ancor oggi ci comunica quanto sia importante acquistare prodotti che aiutano a preservare le foreste del mondo per le generazioni future.


Seguici su


Iscriviti alla newsletter

Ogni mese le migliori storie dalle foreste in Italia e nel mondo!


© Forest Stewardship Council® · FSC® F000217