NEWS

Notizie dal mondo FSC

Tuesday, 26 February 2019
Salvaguardiamo le foreste per conservare la biodiversità

Salvaguardiamo le foreste per conservare la biodiversità

L’ONU ha dichiarato il 3 marzo Giornata mondiale della vita selvatica, evento che coincide con la nascita della più importante convenzione internazionale per contrastare il commercio illegale di specie selvatiche: l’accordo CITES (Convention on International Trade of Endangered Species) del 1973. Le foreste, habitat naturale di animali e piante, giocano un ruolo fondamentale nella conservazione degli ecosistemi, messi in pericolo da cambiamenti climatici, degrado e agricoltura estensiva.


Nel mondo sono circa 1,6 miliardi le persone che dipendono - direttamente o indirettamente - dalle foreste: incredibili serbatoi di acqua, cibo e biodiversità, le aree verdi ospitano l’80% delle specie animali e vegetali della Terra. Ecco perchè il World Wildlife Day è anche un momento per ricordare il ruolo importante dei boschi e della loro gestione responsabile.

Per FSC la buona gestione non si ferma alla pianificazione delle attività forestali, alla consultazione delle comunità locali e alla verifica degli impatti positivi, ma implica azioni che vanno a beneficio dell’intero ecosistema e a protezione delle specie rare o minacciate e i loro habitat.

Lo Standard FSC di gestione responsabile richiede la protezione dei Valori Ambientali mediante la costituzione di zone di conservazione, aree di protezione, di connessione e/o altre misure dirette per la loro salvaguardia e vitalità. Requisito fondamentale è il concetto di Rete delle Aree di Conservazione (RAC): le RAC rappresentano quelle porzioni dell’unità forestale per le quali la conservazione costituisce l’obiettivo primario e, in alcune circostanze, esclusivo. Un gestore forestale deve individuare e dedicare almeno il 10% del proprio bosco a tale scopo.

Altro concetto importante introdotto da FSC è quello di Alti Valori di Conservazione (AVC). Questo termine si riferisce ad elementi naturali, culturali o funzionali ai quali i gestori devono prestare particolare attenzione. Sono queste aree con elevate concentrazioni di diversità biologica o dove presenti specie significative a livello mondiale, regionale e nazionale insieme agli habitat e agli ecosistemi legati a specie rare, minacciate o in pericolo di estinzione.

Promuovendo il miglior equilibrio tra gli aspetti economici, ambientali e sociali, la buona gestione forestale è necessariamente multifunzionale: prevede per questo di identificare e conservare i Valori Ambientali (VA) presenti all’interno della unità forestali, ossia tutti gli elementi dell’ambiente biofisico e umano, quali funzioni naturali, diversità biologica, risorse idriche, suolo, valori paesaggistici.


Seguici su


Iscriviti alla newsletter

Ogni mese le migliori storie dalle foreste in Italia e nel mondo!


© Forest Stewardship Council® · FSC® F000217