Comunicati stampa

Thursday, 16 November 2017
COP23: FSC annuncia la Bonn Initiative

La carta impegna FSC, IKEA e SIG ad uno sforzo comune per lo sviluppo di metodologie scientificamente rigorose in grado di quantificare i benefici climatici della certificazione.


Bonn, 16/11/2017 - Dimostrare come il settore privato possa svolgere un ruolo importante nella mitigazione dei cambiamenti climatici: con questo obiettivo, il Forest Stewardship Council (FSC) ha annunciato oggi alla Conferenza ONU sui cambiamenti climatici (COP23) di Bonn il sostegno di IKEA e SIG Combibloc nel documentare gli impatti positivi dell'approvvigionamento del legno e della silvicoltura responsabili.

L'iniziativa di Bonn è uno sforzo congiunto per sviluppare metodologie rigorose che aiuteranno a quantificare i benefici - come il miglioramento del sequestro del carbonio - delle foreste certificate FSC, e il loro contributo nel mitigare il riscaldamento globale e combattere il cambiamento climatico.

Questi dati consentiranno alle aziende di identificare in modo specifico i benefici derivanti dall'acquisto di prodotti forestali certificati, ma possono anche aiutare i governi con una informazioni specifiche sulla quantità di stoccaggio di carbonio nelle foreste gestite in modo responsabile, offrendo solide basi sui progressi verso la realizzazione dei Nationally Determined Contributions (NDCs) nell'ambito dell'accordo di Parigi.

Il Forest Stewardship Council istituirà una task force basata su lavori precedenti per sviluppare metodi che indichino, attraverso dati scientificamente sostenuti, gli impatti positivi della certificazione FSC rispetto alle pratiche di gestione forestale convenzionali.

"Proteggendo e ripristinando gli ecosistemi forestali e migliorando le pratiche di gestione delle foreste, FSC ha un impatto positivo diretto sulla riduzione del riscaldamento globale. La quantificazione specifica di questi impatti positivi consentirà alle aziende e ai consumatori di comprendere meglio l'importanza di una gestione responsabile delle foreste per contribuire a prevenire il riscaldamento globale, diventando un catalizzatore per l'aumento della domanda di prodotti provenienti da tali fonti", ha dichiarato Kim Carstensen, Direttore Generale di FSC International.

Udo Felten, Manager Product Related Global Environmental Sustainability & Affairs di SIG, ha aggiunto: "Vogliamo essere net positive, contribuendo di più al benessere di società e ambiente. È ciò che noi chiamiamo WAY BEYOND GOOD. Una parte importante del nostro impegno è sostenere l'azione globale sui cambiamenti climatici e sulla rigenerazione delle risorse naturali. Dal 2009, SIG ha guidato il settore nella fornitura di imballaggi in cartone certificato FSC. Oggi oltre l’80 per cento delle confezioni di cartone SIG recano l'etichetta FSC e oltre 60 miliardi di pacchetti SIG sono stati venduti con l'etichetta FSC. Mostrare i benefici di acquistare una confezione in cartone certificato in modo obiettivo supporterà ulteriormente il nostro sforzo per raggiungere il 100 per cento”.

“Nel 2017, il 77 per cento del legno utilizzato nei prodotti IKEA proveniva da fonti sostenibili (certificato FSC o riciclato). Abbiamo l'ambizione di raggiungere il 100 per cento entro il 2020. Utilizzando circa il 3 cento del legno FSC disponibile a livello globale, e attraverso il lavoro con i nostri partner, abbiamo contribuito alla certificazione di circa il 18 per cento delle foreste certificate FSC in tutto il mondo. Questo è ciò che chiamiamo forest positive. Il clima è un punto molto importante nella nostra agenda, e sta di fatto modellando il modo in cui oggi lavoriamo nei mercati. Pertanto, una stima più rigorosa del ruolo positivo delle foreste gestite in maniera responsabile nella mitigazione del clima rafforzerà questo impegno", ha dichiarato Mikhail Tarasov, Global Forestry Manager di IKEA.

Importanti serbatoi di carbonio, le foreste svolgono un ruolo essenziale nel ridurre le emissioni di carbonio che contribuiscono al cambiamento climatico: la gestione forestale responsabile ha quindi la capacità di mitigare il riscaldamento globale attraverso misure specifiche che mirano, tra l'altro, a migliorare le pratiche forestali, ridurre i danni alle foreste, aumentare il restauro e il rimboschimento o evitare specifici effetti negativi come gli incendi boschivi.


UN PASSO OLTRE LA DICHIARAZIONE DI VANCOUVER

L'Iniziativa di Bonn segue la Dichiarazione di Vancouver lanciata durante l'Assemblea Generale di FSC svoltasi a Vancouver (Canada) nell'ottobre di quest’anno, e ad oggi supportata da oltre 60 aziende nel mondo. La Dichiarazione di Vancouver riconosce l'importanza di FSC come uno schema di certificazione per la gestione forestale responsabile e impegna i firmatari a dare la priorità al sourcing di prodotti forestali certificati FSC su scala globale.

Questa nuova iniziativa è il prossimo passo per quantificare in modo specifico il contributo che i firmatari della Dichiarazione di Vancouver hanno nel ridurre le emissioni di carbonio attraverso una gestione forestale responsabile.

L'iniziativa di Bonn è aperta alle aziende che si sono già impegnate attraverso la Dichiarazione di Vancouver. Maggiori informazioni su questo documento possono essere ottenute visitando questo link https://ic.fsc.org/en/for-business/vancouver-decla […].



Ufficio Stampa e Contatti Media

Alberto Pauletto
FSC Communications Manager

a.pauletto@it.fsc.org
+39 049 8762749


Press kit

» Download

Pubblicazioni

FSC Market Info Pack 2016
Settori chiave, tendenze di mercato e innovazioni del sistema FSC.
» Download

FSC Market Info Pack 2015
Tutti i numeri del Forest Stewardship Council nel mondo.
» Download

Piano Strategico Globale 2015-2020 di FSC
» Download

© Forest Stewardship Council® · FSC® F000217