Comunicati stampa

Wednesday, 21 December 2016
Metti la foresta sotto l’albero

Padova, 21/12/2016 - I consigli pratici di FSC Italia per trascorrere un Natale suggestivo rispettando il patrimonio boschivo: dagli addobbi alla carta da pacchi, dai biglietti d’auguri alla legna per il caminetto ecco cosa fare per passare le festività con più foreste per tutti…per sempre!


Albero vero sì, albero vero no? Ogni anno, con l’arrivo del Natale, puntualmente ci assale il dilemma: meglio un abete vero o è meglio scegliere l’albero di plastica, che può essere riutilizzato più volte ed evita l’abbattimento di arbusti? Secondo FSC®(Forest Stewardship Council) Italia non ci sono dubbi: è preferibile propendere per l’albero vero perché i processi di produzione degli alberi in PVC o PET sono di gran lunga più dannosi per l’ambiente. Inoltre, gli abeti naturali, oltre a rilasciare ossigeno ed assorbire l’anidride carbonica nella stanza in cui sono posizionati, provengono generalmente da piantagioni specifiche ed il loro abbattimento non va ad intaccare il patrimonio boschivo del territorio. Poi una volta utilizzati possono sempre essere ripiantati in giardino o avviati a compostaggio, innescando un circolo virtuoso.

Questo ed altri sono i consigli che l’importante organizzazione no profit per la gestione responsabile delle foreste diffonde in occasione delle festività natalizie: una serie di accorgimenti pratici per festeggiare in modo suggestivo, senza rinunciare alla tutela degli alberi e della natura.

Il Natale è, in effetti, una festa ad alto tasso di utilizzo di legno e derivati: dalla carta per i pacchi ai biglietti d’auguri, fino alla legna per il caminetto che in tanti amiamo accendere durante le feste in famiglia, si può dire che ovunque vi siano buone occasioni per avere un’attenzione in più verso le foreste. Ad esempio, nel confezionare i regali è importante sapere la provenienza della carta che acquistiamo: la presenza del marchio FSC nella confezione, infatti, che certifica un percorso di filiera responsabile, ci permette di essere certi che il nostro regalo non abbia in qualche modo contribuito al maltrattamento di un bosco.
Allo stesso modo dovremmo fare attenzione che la legna o il pellet che bruciano nei nostri caminetti provengano da foreste gestite secondo alti standard ambientali, sociali ed economici, perché non tutta la legna da ardere ha provenienza sostenibile e solo una gestione forestale pianificata può mantenere un bosco sano e produttivo, in grado cioè di continuare a fornire servizi che vanno dal turismo alla fornitura di prodotti non legnosi (funghi, bacche, miele) e di legna da opera.

Infine: cosa c’è di meglio, per smaltire i pranzi e le abbuffate con parenti ed amici, di una bella camminata nei boschi? È stato infatti dimostrato che fare un bel ‘bagno di foresta’, nella quale si trovano gli olii e gli odori immessi naturalmente dalle piante nell’aria, aiuta a rimettere in moto l’organismo e ad alleviare lo stress. Questo ovviamente non solo a Natale, ma in ogni periodo dell’anno: il nostro Paese è infatti ricoperto per un terzo da aree boschive, 43.000 ha delle quali certificate FSC. Buon 2017, allora, e che sia un anno pieno di foreste!



Ufficio Stampa e Contatti Media

Alberto Pauletto
FSC Communications Manager

a.pauletto@it.fsc.org
+39 049 8762749


Press kit

» Download

Pubblicazioni

FSC Market Info Pack 2016
Settori chiave, tendenze di mercato e innovazioni del sistema FSC.
» Download

FSC Market Info Pack 2015
Tutti i numeri del Forest Stewardship Council nel mondo.
» Download

Piano Strategico Globale 2015-2020 di FSC
» Download

© Forest Stewardship Council® · FSC® F000217