Aggiornamenti tecnici

Monday, 11 March 2019
Aperta la consultazione pubblica sulla richiesta congiunta di deroga all’uso di prodotti fitosanitari

Aperta la consultazione pubblica sulla richiesta congiunta di deroga all’uso di prodotti fitosanitari (© Giulia Grotto / FSC Italia)© Giulia Grotto / FSC Italia

Sono 7 le Organizzazioni certificate FSC che hanno richiesto l’impiego del principio attivo Cypermetrin nelle piantagioni di pioppo, il cui utilizzo può essere concesso in deroga nei casi di conclamata necessità per il contrasto dei danni provocati dalla Saperda maggiore del pioppo (Saperda carcharias L.).


Resterà aperta per 45 giorni la consultazione pubblica attivata il 28 febbraio scorso su richiesta di sette Organizzazioni certificate FSC che intendono utilizzare il principio attivo Cypermetrin, vietato da FSC, contro la Saperda maggiore del pioppo. La richiesta di deroga per l’utilizzo di un principio attivo prevede una fase di consultazione dei portatori d’interesse direttamente o indirettamente coinvolti nella gestione forestale dei pioppeti aziendali (comunità locali, proprietà confinanti, autorità amministrative locali/regionali, agenzie governative per la protezione ambientale, associazioni, rappresentanti delle organizzazioni professionali).

“Si tratta di una richiesta isolata e temporanea” ha specificato Dalla Vecchia Ilaria, responsabile tecnico per la gestione forestale. “La domanda sarà comunque valutata da due commissioni indipendenti, una istituita a livello nazionale e l’altra a livello internazionale. La richiesta deve inoltre includere l’evidenza di una comprovata necessità per l’utilizzo del principio attivo, come solo modo praticabile per controllare gli attacchi della Saperda maggiore del pioppo.”

Le Organizzazioni coinvolte dovranno inoltre impegnarsi e prevedere un programma di monitoraggio ai fini di preservare la salute umana e la biodiversità delle aree interessate, investendo nella ricerca di misure di lotta integrata degli agenti patogeni e nell’implementazione di misure di prevenzione di eventuali impatti negativi.

La richiesta di deroga può essere formulata congiuntamente con altre Organizzazioni certificate che dimostrino la necessità di utilizzare il medesimo pesticida o principio attivo. Se la richiesta verrà approvata, la durata massima della concessione sarà di 5 anni, oltre i quali non sarà possibile estendere la deroga. Lo schema FSC ha infatti modificato il proprio sistema di gestione dei prodotti fitosanitari, passando da un approccio basato su deroghe temporanee ad uno di rischio, orientato ad un’analisi locale e territoriale degli impatti che un determinato principio chimico può avere.

Nell’ottica di garantire un più ampio coinvolgimento e secondo quanto previsto dalla procedura FSC, si richiede a tutti i soggetti interessati di fornire eventuali commenti e osservazioni attraverso questo form online. Per richiedere maggiori informazioni, si prega invece di contattare Ilaria Dalla Vecchia, responsabile tecnico per la gestione forestale di FSC Italia, all’indirizzo i.dallavecchia@it.fsc.it.


Seguici su


© Forest Stewardship Council® · FSC® F000217