I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l’utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni …

Ok, ho capito

Certificazione di Gestione Forestale

Assicurare le migliori pratiche nelle foreste

La Certificazione di Gestione Forestale in Italia (© Giulia Grotto / FSC Italia)© Giulia Grotto / FSC ItaliaLa certificazione di Gestione Forestale responsabile assicura che una foresta o una piantagione forestale siano gestite nel rispetto di rigorosi standard ambientali sociali ed economici. Tali standard si basano sui 10 Principi e 70 Criteri (Principles & Criteria, P&C) di gestione forestale responsabile, definiti e mantenuti aggiornati da FSC con la partecipazione di tutte le parti interessate.

I P&C sono validi in tutto il mondo ed applicabili a diversi ecosistemi forestali e tipologie di gestione così come ambiti culturali, politici e legislativi: a partire da essi sono stati definiti gli Indicatori Generici Internazionali (IGIs dall’inglese International Generic Indicators) con l’obiettivo di supportare il trasferimento dei Principi e Criteri ad un set di indicatori adattati al contesto nazionale. L’obiettivo è infatti quello di adottare Standard Nazionali in linea con quanto stabilito a livello internazionale, garantendo così una maggiore credibilità e stabilità del sistema FSC.

A questo proposito in Italia è stato attivato un Gruppo di Lavoro Nazionale per gli indicatori degli Standard Nazionali ai nuovi P&C FSC. Maggiori informazioni sullo standard nazionale di Gestione Forestale responsabile e sull’iter di definizione sono disponibili qui.


Tipi di certificazione di Gestione Forestale

La certificazione FSC di Gestione Forestale può essere:

INDIVIDUALE: si certifica una singola foresta o piantagione.
DI GRUPPO: un unico certificato si riferisce contemporaneamente a più proprietà forestali.
SMALL AND LOW INTENSITY FORESTS (SLIMF): standard di certificazione pensati ad hoc per foreste piccole e a bassa intensità di prelievo.

La sola certificazione di gestione forestale non consente tuttavia di vendere il legno o altri prodotti non legnosi del bosco come certificati, né di etichettarli con i marchi FSC. Per fare ciò è necessaria anche la certificazione di Catena di Custodia.

Altre informazioni

Per giungere alla certificazione devono essere valutate tutte le modalità con cui è gestita l’area forestale: dalle prime fasi di pianificazione degli interventi, alle fasi operative in campo, fino all’abbattimento e all’estrazione del legname e degli altri prodotti.

Inoltre sono fondamentali, sia nella definizione degli standard che durante il processo di certificazione, la partecipazione e il consenso degli stakeholder locali e nazionali, ovvero di tutti i soggetti portatori di vari e diversi interessi (ambientali, sociali, economici) nei confronti della corretta gestione della foresta.

Rapporti pubblici di sintesi sulle verifiche condotte dagli enti di certificazione sono disponibili nell'area report del profilo di ogni foresta certificata all’interno del Database Pubblico delle Certificazioni di FSC.

Database Enti e consulenti

Ricerca gli Enti di Certificazione accreditati FSC (o loro associati) operanti in Italia o consulta la lista dei consulenti per la certificazione.

» Vai al database

© Forest Stewardship Council® · FSC® F000217